Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

Aron Goldhirsch: tumore al seno, le tecniche per frenare le ricadute

Il tumore al seno è l’unico per il quale esiste una serie di terapie molto efficaci, in grado di ridurre fortemente il rischio di ricadute, dopo l’intervento chirurgico. «Questi trattamenti (chiamati precauzionali o adiuvanti) vanno studiati con particolare attenzione, per ogni singola paziente, sulla base delle caratteristiche delle cellule del "suo" tumore - spiega Aron Goldhirsch, uno dei più accreditati esperti internazionali sull’argomento, che alterna l’attività fra l’Ospedale Regionale di Lugano e l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano. - Le "armi" a disposizione dell’oncologo sono numerose, e nuovi studi continuano ad aggiungersi in questo settore, così importante».


Data ultimo aggiornamento 11 settembre 2015


Tags: Ticino